carpifc.com

Official Website

Castori: “Devo valutare il recupero pieno delle energie alla terza gara in sette giorni, l’importante è mantenere l’identità”

CARPI – Le dichiarazioni di mister Fabrizio Castori nella conferenza stampa alla vigilia di Spezia-Carpi:

“Andiamo ad affrontare una squadra molto forte, che vuole essere protagonista e sta tra quelle che hanno tutto per puntare alla promozione. Saranno arrabbiati dopo aver perso martedì, in più c’è l’incognita della terza partita in sette giorni per cui ci sono tutti i requisiti perchè la partita sia molto difficile”.

“Wilmots, Piu e Pezzi non sono convocati: Wilmots è caduto male su una spalla ieri in allenamento, Piu ha il riacutizzarsi di un problema che aveva, mentre Pezzi è fuori per il problema accusato martedì a Perugia”.

“Machach? Questa settimana non abbiamo fatto un ciclo di lavoro pieno per la partita infrasettimanale, sta facendo il suo percorso di avvicinamento alla migliore condizione. E’ in progresso, attendiamo il momento opportuno per inserirlo. Tatticamente? Lo vedo come trequartista, è un giocatore offensivo ma potrebbe fare anche la mezz’ala a tre o l’esterno perchè sa giocare a calcio. Ma come detto deve acquisire la condizione migliore”.

“Sabbione? Ha caratteristiche come Di Noia e Mbaye, è importante avere tre giocatori così in mezzo al campo perchè le partite sono tante e ravvicinate. Il suo ruolo naturale è quello di centrocampista, poi si può adattare anche in difesa, al centro o da terzino, perchè è veloce ed è forte di testa”.

“Facciamo il punto della situazione col dottore e il preparatore sulla condizione di tutti per fare le ultime scelte, chi ha speso molte energie martedì e sabato bisogna capire quanto ha recuperato. L’importante, a prescindere dagli uomini, è avere i punti fermi a livello tattico e di identità di squadra”.

“In questi giorni non mi sono inventato niente di strano, ho cercato di far recuperare fiducia alla squadra. Il calcio è molto più semplice di quello che lo si voglia far passare, l’aspetto mentale e di autostima è fondamentale”.

“Buongiorno? Sono molto contento del suo esordio a Perugia. Mi ha colpito sin dall’inizio in allenamento, ha fisico, piede, concentrazione e sa stare in campo. E’ un mancino che ha giocato già da terzo a sinistra nella difesa a tre, può fare anche il terzino”.

“Mokulu? Per la sua struttura fisica ha bisogno di giocare per trovare la forma migliore”.

“Se ho rivisto il mio Carpi? Dev’essere così, l’allenatore deve dare la sua impronta alla squadra. Non è un discorso solo tattico ma di spirito”.

Leave a Reply

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi