carpifc.com

Official Website

Castori: “Voglio una prestazione da Carpi, anima e cuore. E’ ora di vincere”

CARPI – Le dichiarazioni di Fabrizio Castori nella conferenza stampa alla vigilia di Carpi-Perugia:

“I tifosi hanno fatto appelli per stare vicini alla squadra? Mi fa piacere che i tifosi si chiamino a raccolta per essere vicini alla squadra in un momento delicato, è una cosa bella che nelle difficoltà ci sia vicinanza. Dà la sensazione che il sentimento per la squadra c’è in città”.

“Senza fare discorsi troppo lungimiranti è ora di tornare a vincere, è finito il tempo delle attese anche se c’era una trasmissione “Non è mai troppo tardi” stavolta è arrivato il momento di svoltare, dobbiamo fare una grande partita e voglio che tutti si tornino ad emozionare per la prestazione della squadra”.

“La fiducia in me dei tifosi? Li ringrazio, il carico di responsabilità mi onora e mi dà stimoli. Ho forti motivazioni in me, non sono uno che si abbatte. E’ normale che nel post-partita, dopo le gare con Brescia e Verona, ci fosse scoramento per gli errori commessi, perchè abbiamo regalato dei gol che ci sono costati i risultati. Ma la squadra sta lavorando bene e guardo al futuro con fiducia. Più è difficile e più mi carico”.

“Abbiamo bisogno di fare punti a prescindere da chi affrontiamo. Dobbiamo fare una partita da Carpi, una prestazione anima e cuore dal primo all’ultimo minuto spendendo tutte le risorse fisiche, psicologiche e di cuore: su questo non possiamo sbagliare”.

“Buongiorno? Ha vissuto una settimana con la Nazionale Under 20 e in questo momento serve gente che ha lavorato a pieno con la squadra”.

“Gabriel, Bianco e Melchiorri? A Gabriel e Raffa (Bianco, ndr) sono legato da grande affetto, stima e rispetto, così anche per Melchiorri che non ho mai allenato ma che conosco bene perchè siamo compaesani e sono sempre stato un suo estimatore. Ma questa settimana l’affetto e il cuore li metto da parte, domani sono tre avversari e dobbiamo essere distaccati da questi sentimenti”.

“Abbiamo defezioni ma una rosa ampia, per cui non voglio l’alibi delle assenze perchè abbiamo giocatori pronti a giocare. E’ normale che i nuovi debbano prendere la miglior condizione perchè venivano da un lungo periodo senza giocare ma lo fanno solo giocando, ovviamente senza metterli in campo tutti contemporaneamente. Al di là delle defezioni, domani conta lo spirito, che dev’essere quello nostro, quello del Carpi”.

Leave a Reply

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi