carpifc.com

Official Website

Borriello: “Voglio combattere per i gol”

CARPI – Queste le prime dichiarazioni alla stampa di Marco Borriello, rilasciate durante la presentazione ufficiale nella sala conferenze di Gaudì Spa.

“Come è nata l’idea Carpi? Il club biancorosso è stato il primo club a volermi fin dal termine della scorsa stagione. E’ stata una scelta maturata con calma. Ho voluto prendermi tutto il tempo per scegliere con responsabilità, perché so cosa vuol dire giocare per la salvezza, sacrificarsi ogni partita, tornare a casa dopo una sconfitta: a 33 anni dovevo ponderare bene se vivere questi momenti. Quando ho trovato le motivazioni giuste dentro di me, ho accettato questa sfida ed adesso sono pronto a lottare fino alla fine”.

“Le motivazioni? Amo questo sport, amo giocare, soffrire, sacrificarmi, combattere e stare in campo. Ho voglia di riprovare l’emozione del gol, di fare un assist, di gioire dopo una vittoria”.

“Le mie condizioni fisiche? Quando stavo bene, lo scorso campionato giocavo titolare. Poi sono stato sfortunato ad avere un piccolo infortunio muscolare che mi ha un attimino frenato. Quest’estate mi sono allenato tantissimo per cercare di mantenere una buona condizione, ma logicamente mi manca un po’ il ritmo dell’allenamento con i compagni. Questo lo ritroverò nei prossimi giorni, conoscerò i metodi di lavoro dell’allenatore. Mi sento molto bene”.

“Qui per fare il modello? Mettiamo le cose in chiaro. Sono qui per fare il calciatore, quello che faccio da una vita. Non ho mai fatto il modello. Poi se il presidente mi propone qualcosa, deve sapere che costo più da modello che da calciatore (ride, ndr)”.

“Il numero di maglia? Volevo il 22 ma è già occupato, il 12 l’ho avuto all’Europeo del 2008 e l’ho ripreso”.

“Ho avuto altre offerte, le ho valutate, però non ero la prima scelta. Ho deciso di venire a Carpi dove ho la possibilità di vivere un campionato da protagonista, poi starà a me dimostrare di meritarmi il posto da titolare sul campo”.

“Ho seguito le prime due partite. Contro la Samp abbiamo pagato un po’ l’emozione. Nella seconda siamo stati sicuramente più vivi e già si sono viste delle buone cose. Diciamo che il nostro campionato, dopo i due assaggini di agosto, ripartirà dalla gara contro il Palermo col piglio giusto”.

“Il Borriello più forte? Spero quello di quest’anno”.

“Il mister? L’ho conosciuto, è una persona squisita, perbene, genuina, simpatica. Ho fatto solo l’allenamento di ieri, oggi abbiamo preparato la partita di stasera. Speriamo che sia un buon anno per lui, per il Carpi e per me”.

“Quanti gol mi sono prefissato di fare? Quelli che bastano per la salvezza, poi è normale che un centravanti che lotta per la salvezza debba ambire alla doppia cifra. Personalmente, quando ho avuto modo di giocare titolare da inizio stagione, l’ho sempre raggiunta. Quindi me lo auguro anche quest’anno”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi