carpifc.com

Official Website

Castori: “Dobbiamo essere il Carpi che conosciamo”

CARPI – Queste le dichiarazioni dell’allenatore biancorosso, Fabrizio Castori, rilasciate alla vigilia di Carpi-Chievo Verona:

“La gara di domani? E’ sicuramente una partita molto importante. Il Chievo ha 13 punti in classifica, è chiaro che cercheremo di vincere questa gara per poterci riavvicinare. Intanto è doveroso per noi centrare una vittoria e farlo contro di loro varrebbe doppio. Non sarà semplice, perché giocheremo contro una squadra esperta e di valore, però, pur nel rispetto dell’avversario, domani dobbiamo fare una grande partita. Dovremo essere il Carpi che tutti conosciamo, una squadra che aggredisce l’avversario e cerca di tenere i ritmi alti per tutti i novanta minuti, mettendo in campo volontà, determinazione e lo spirito di sacrificio che ha sempre contraddistinto questi ragazzi”.

“In queste due settimane abbiamo lavorato molto a livello fisico-atletico, un aspetto imprescindibile per poter giocare ad alta intensità e verticalizzare. Dobbiamo tornare a fare quello che meglio sappiamo, facendo leva sul cuore di questa squadra che, nei momenti in cui c’è da soffrire, non tradisce mai”.

“Mbakogu? E’ recuperato: se ho tutti i giocatori a disposizione, ne sono ben felice, perché ho più possibilità di scelta. Jerry è un giocatore forte, come anche gli altri attaccanti presenti in organico. Cercheremo di vincere sfruttando le caratteristiche di tutti i giocatori, ognuno deve dare il proprio contributo”.

“Se uno ha dei dubbi, non ha fiducia. Dobbiamo essere noi stessi, sapere che abbiamo delle risorse, delle qualità da mettere in campo senza remore. Nel momento che si hanno dei dubbi, si è frenati: questo non ce lo possiamo permettere, dobbiamo essere liberi di mente e buttare ogni risorsa, fisica e mentale, nella contesa”.

“Sono convinto che domani faremo una gran partita. Il risultato poi dipende dal risultato e da varie circostanze, quindi non posso garantirlo. Metteremo in campo una buona prestazione, sperando di fare punti”.

“Ripartire dall’ultima prestazione? Col Sassuolo abbiamo fatto bene, ma possiamo giocare anche meglio. Dobbiamo migliorare nella velocità nel ricercare la verticalizzazione, nell’aggressività, nel mantenere la partita su ritmi alti: questo è il nostro modo di interpretare la partita”.

Roberto Inglese? Sono contento per lui, è un bravo ragazzo ed un ottimo giocatore che sta trovando la giusta fiducia in se stesso. Potenzialmente è un calciatore molto forte, deve solo credere di più nei suoi mezzi, cosa in cui sta migliorando”.

“Ogni partita, a cominciare da domani, la giocheremo come se fosse una finale. Ogni gara vale tre punti, bisogna credere di poter fare risultato anche contro le grandi squadre. Intanto pensiamo a domani, non facciamo tabelle e viviamo alla giornata”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi