carpifc.com

Official Website

Castori: “Grande partita, irregolare il 2-2 del Palermo”

PALERMO – Queste le dichiarazioni dell’allenatore Fabrizio Castori rilasciate al termine della partita contro il Palermo.

“Il campionato del Carpi inizia oggi? No è iniziato a Genova. Noi mettiamo tutto in conto. Finora abbiamo sbagliato solo il primo tempo con la Sampdoria. Oggi sono molto contento della partita dei ragazzi, dispiaciuto del risultato perché meritavamo l’intera posta. La cosa che mi conforta è che stiamo continuando nel percorso di crescita e questo è una cosa che ispira fiducia nel futuro”.

“Una risposta a chi ci vede retrocessi? Non dobbiamo rispondere a nessuno, dobbiamo rendere conto solo a noi stessi. Sappiamo il nostro valore e che dobbiamo soffrire in un campionato oltremodo difficile come questo di Serie A. Però pensiamo a noi e non dobbiamo lasciarci far innervosire da queste voci che lasciano il tempo che trovano. Il Carpi se la giocherà fino alla fine”.

“Aumenta la fiducia? Ogni partita penso di prendere punti. E’ normale avere fiducia, altrimenti non andiamo neanche a giocare. La partita con l’Inter ci aveva dato la consapevolezza che eravamo cresciuti. Abbiamo giocato un’amichevole contro una squadra di altissimo livello come lo Shakhtar Donetsk, vincendo addirittura ma soprattutto giocando bene. Questi progressi sono stati costanti e mi lasciavano ben sperare per questa partita, come per le prossime. Si può dire che abbiamo sbagliato solo il primo tempo contro la Sampdoria a causa dell’emozione, che ci sta”.

“La gara? Abbiamo preso un gol in maniera ingenua, su una percussione di Quaison che ha messo la palla in mezzo ed abbiamo subito gol. Poi ci siamo riorganizzati, non abbiamo pagato a livello emotivo questa situazione. Abbiamo giocato la nostra partita, con la giusta copertura per ripartire. Non sempre scavalchiamo il centrocampo, anche se giochiamo molto in verticale. Abbiamo fatto due gol, abbiamo segnato sia con la Sampdoria che con l’Inter. Tutto sommato per una matricola stiamo trovando una certa pericolosità sotto porta, e questo è importante. C’è stata una crescita anche nella gestione della partita. Peccato per i minuti finali, in cui siamo stati ingenui ad abbassarci. Però è anche vero che sul loro gol c’era un’irregolarità di Trajkovski che ha tirato giù Gabriel Silva con una mano. Poteva essere fischiata punizione. Ancora un episodio a svantaggio nostro, ne prendiamo atto però se avessimo vinto la partita non si sarebbe certo gridato allo scandalo”.

“Zaccardo e Borriello? Hanno dato quello che serviva alla squadra in termini di esperienza. Sono due giocatori importanti che hanno avuto una lunga carriera e sono venuti da noi con lo spirito giusto. Necessitavamo di gente esperta che si mettesse a sevizio dei ragazzi. Loro si sono calati nella nostra realtà e ne sono contento”.

“Il cambio del portiere? Brkic è stato in nazionale per dieci giorni, come Wallace e Wilczek. Siccome ho tre portieri e tanti calciatori ed ci basiamo su una cultura del lavoro, è giusto premiare chi ha partecipato in maniera continuativa a tutti gli allenamenti settimanali”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi