carpifc.com

Official Website

Castori: “Liti nello spogliatoio? Situazioni ingigantite. Pensiamo al Genoa”

CARPI – Queste le dichiarazioni dell’allenatore biancorosso, Fabrizio Castori, rilasciate alla vigilia di Genoa-Carpi:

“Liti nello spogliatoio? Una notizia ingigantita e fuori dalla reale dimensione delle cose. Non nego che ci sia stato un diverbio ma da qui a parlare di rissa e far-west ce ne passa. Martinho? Fa parte del gruppo e sarà convocato per la trasferta di Genova, non vedo perché non dovrebbe. Sono state ingigantite delle situazioni ma noi dobbiamo pensare alla partita di domani con tutte le energie che abbiamo”.

“A Genova dobbiamo fare una partita di grande intensità e di quella voglia di chi ha bisogno di fare risultato. Conterà l’atteggiamento tattico ma anche quello nervoso e mentale, la determinazione di centrare quel risultato a cui siamo andati vicino più volte ma non è mai arrivato. Non ci arrendiamo, siamo più che mai vivi e arrabbiati”.

“Col Chievo non abbiamo sbagliato il primo tempo per troppa tensione, è il contrario. Nel secondo tempo siamo rientrati avvelenati e abbiamo fatto bene. Ma ormai è andata, abbiamo cercato di capire gli errori commessi ma a livello di atteggiamento quello giusto è sicuramente quello del secondo tempo e non quello morbido del primo”.

“Borriello? Gli ho parlato dopo l’allenamento, si sente pronto, è recuperato e quindi è disponibile”.

“Il Genoa è una squadra forte, che attacca anche con cinque uomini, ma col massimo rispetto per l’avversario io guardo in casa nostra e noi dobbiamo mettere in campo l’atteggiamento giusto, senza timori reverenziali per 90 minuti”.

“L’esordio in Serie A a Marassi ce lo ricordiamo bene, stavolta deve finire diversamente. Contro la Sampdoria non eravamo il vero Carpi, ma non ci voglio più pensare”.

“Siamo un po’ corti a livello di organico ma l’importante è che siamo più intensi e attenti e chi va in campo lo faccia bene. Non ho mai pianto gli assenti, non dev’essere un alibi”.

“Pavoletti? E’ un giocatore importante, ha fatto una grande crescita, lo ricordo a Lanciano. Ha trovato il contesto giusto a Genova, è uno dei centravanti più forti che c’è in Italia e per noi deve essere un motivo di attenzione in più”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi