carpifc.com

Official Website

Castori: “Ci vorrà il miglior Carpi”

CARPI – Queste le dichiarazioni di Fabrizio Castori rilasciate nella conferenza stampa alla vigilia di Hellas Verona-Carpi.

“Quella col Verona sarà una gara complicata tra due squadre che si giocano la salvezza, quindi ci aspettiamo un clima abbastanza acceso. Affrontiamo una squadra forte, la cui classifica non ne rispecchia il reale valore sia individuale che collettivo. Ci vorrà il miglior Carpi per uscire con un risultato positivo da questa partita”.

“La scorsa è stata una vittoria indispensabile per poter continuare a rincorrere la salvezza. Tre punti in classifica che per noi sono stati vitali perché abbiamo accorciato la distanza dalle squadre che ci precedono, ma non abbiamo fatto ancora nulla. In settimana si è lavorato con entusiasmo, con fiducia, l’autostima è cresciuta, ma domani è un’altra battaglia e bisogna riproporre in campo quello che abbiamo fatto durante gli allenamenti”.

Mbakogu? Per noi è importante il suo recupero perché abbiamo un attaccante in più a disposizione. Conosciamo tutti l’importanza di Jerry, a prescindere da ciò che si è visto negli allenamenti. Siamo contenti di avere una carta in più da giocarci”.

“Sarà necessario giocare con grande determinazione, intensità e concentrazione fino all’ultimo secondo. Massimo rispetto per l’avversario che ha molte frecce nel proprio arco. Dall’arrivo di Del Neri il Verona ha cambiato abito tattico, si è dato spazio ad altri calciatori. Hanno ancora speranze per il raggiungimento della salvezza perché sette punti in nove partite si possono ancora conquistare, anche considerando gli scontri diretti. E’ da superficiali pensare che hanno già un piede in Serie B: sono in difficoltà, ma hanno i requisiti per fare una grande partita contro di noi”.

Calci piazzati? Sarà importante difenderci bene, visto che loro sono tra i più strutturati fisicamente del campionato. E’ difficile trovare squadre che possano competere contro tanti calciatori alti più di un metro e novanta. Dovremo concedere meno punizioni possibili, mantenerli lontani dalla nostra porta. Cercheremo di migliorare sui calci piazzati a favore, ma le nostre armi sono altre e dovremo sfruttarle al meglio”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi