carpifc.com

Official Website

Crimi: “Abbiamo stimoli e voglia di rivincita”

CARPI – Le dichiarazioni rilasciate oggi in conferenza stampa da Marco Crimi:

“Abbiamo analizzato le problematiche che ci sono state a Bari, sappiamo che dobbiamo migliorare nella reazione. Il risultato ormai è andato ma quando andiamo sotto dobbiamo reagire diversamente”.

“Bisogna lavorare sul fatto che dopo la retrocessione, in un modo o nell’altro, l’impatto c’è stato. Ma ci sono mancate anche la cattiveria, la malizia o la fortuna di fare il gol nel momento giusto per far girare le partite. Con Avellino e Ascoli abbiamo creato tanto ma senza sbloccare il risultato a nostro favore”.

“Giocare contro il Cittadella, la squadra più in forma del momento, ci deve dare grandi stimoli. Voleranno sulle ali dell’entusiasmo, ma noi dobbiamo essere concentrati su quello che dobbiamo fare. So che possono sembrare frasi fatte, ma ognuno di noi deve pensare a dare il massimo per portare a casa i punti”.

“A livello fisico stiamo bene, ci stiamo allenando come sempre quindi il problema non è quello”.

“Il modulo? Non ci entro, compete al mister. Dico solo che abbiamo tanti giocatori validi che ci permettono di giocare con diversi moduli. Ma non credo sia una questione tattica”.

“Noi ci mettiamo sempre il massimo impegno, anche a Bari nel primo tempo abbiamo fatto la partita e se non avessimo preso gol subito a inizio ripresa avremmo anche potuto vincerla uscendo nel corso del secondo tempo”.

“Giocare fuori casa è diverso che in casa, Bari è un campo difficile e loro avevano anche appena cambiato allenatore. Ma dobbiamo essere bravi a concentrarci su di noi senza guardare troppo a cosa fanno gli altri”.

“Il Cittadella? Hanno dimostrato di essere una squadra che ha trovato il suo equilibrio, sono molto temibili sui calci piazzati come visto col Verona. Noi dobbiamo stare attenti ma senza la paura di affondare il colpo”.

“I pronostici di inizio stagione non credo ci condizionino, abbiamo sempre lavorato sui nostri concetti, sapevamo che tornare in B non sarebbe stato facile perchè ogni campionato è una storia a sè e come insegnano gli ultimi campionati l’equilibrio è aumentato e ci sono sempre sorprese”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi