carpifc.com

Official Website

Poli: “Ci teniamo stretto questo punto, contento dell’esordio”

MODENA – Queste le dichiarazioni di Fabrizio Poli al termine di Carpi-Palermo:

“Sarebbe stato importante vincere ma ci teniamo stretto questo punto che ci permette di muovere la classifica. Il risultato è giusto anche se con quell’azione nel finale avremmo potuto conquistare i 3 punti. Personalmente sono contento del mio esordio in Serie A, ci tenevo a fare bene. Ho fatto solo un allenamento con la squadra, ma è un ambiente che conosco benissimo, la condizione fisica è buona perché a Novara in questi cinque mesi ho quasi sempre giocato e quindi non avevo certo problemi di ambientamento qui a Carpi”.

“Prendiamo questo pareggio, abbiamo accorciato di un punto su chi ci sta davanti e aspettiamo i risultati domani. Abbiamo prolungato la nostra striscia positiva e il morale resta alto. Abbiamo voglia di tornare subito in campo”.

“La trattativa si è sviluppata negli ultimi dieci giorni, fino alla ripresa del campionato di B non sapevo nulla ma appena ho appreso di questa possibilità la mia volontà è stata quella di tornare. Questa promozione in Serie A me la sentivo addosso, ci tenevo a giocarmi questa possibilità, un’opportunità che magari a 26 anni non mi sarebbe più capitata. Ma sono sicuro che con questa voglia e questa attitudine, il Carpi abbia le carte in regola per salvarsi”.

“Sul gol ci siamo fatti trovare stretti, loro sono stati bravi ad allargare il gioco e poi, sul passaggio di Quaison, Giardino ha segnato uno dei suoi gol, quei palloni sono il suo pane, è un campione”.

“Loro ci lasciavano giocare molto dietro per chiudersi e ripartire, nel secondo tempo siamo riusciti ad alzare il baricentro, abbiamo trovato un pareggio meritato poi avremmo anche potuto vincere”.

“Siamo partiti bene, poi abbiamo lasciato un po’ troppo l’iniziativa al Palermo ma nel secondo tempo a parte un paio di contropiede non abbiamo concesso nulla”. 

“Rispetto alla B ho trovato una maggiore velocità nelle giocate. Non mi aspettavo di giocare subito, ma mi sono trovato a mio agio grazie alla conoscenza con praticamente tutti i compagni. I compagni mi avevano detto che lo spirito è tornato quello dell’anno scorso e con queste prerogative possiamo centrare il nostro obiettivo”. 

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi