carpifc.com

Official Website

Romairone: “C’è ancora una fiammella, sperando nella correttezza di tutti”

MODENA – Queste le dichiarazioni del ds biancorosso Giancarlo Romairone al termine di Carpi-Lazio:

“Abbiamo fatto una buona prestazione con tantissimi tiri in porta e due rigori sbagliati contro una buonissima squadra che è venuta qui a fare la sua partita iniziando a perdere tempo già dal primo tempo, segnale che ci tenevano a fare risultato. Ma gli errori più grandi li abbiamo sicuramente commessi noi, quindi dobbiamo guardare in casa nostra con la speranza che, come invocato da più parti, ci siano partite vere fino alla fine come sicuramente successo a noi in queste settimane“.

“C’è grande rammarico perché abbiamo sempre dato il massimo affrontando avversari che hanno sempre dato il massimo a loro volta. Ci sono tante coincidenze che mettono altri in condizioni diverse e forse più favorevoli, ma una fiammella è ancora accesa e in settimana dovremo fare tutto con grande onore come questi ultimi sei mesi. Dopo di che, solo domenica prossima dopo le partite, prenderemo atto di quello che sarà stato”.

“Per noi è una brutta botta perché la prestazione è stata generosissima, purtroppo ci sono avversari che hanno fatto partite diverse. Ma noi andiamo comunque a testa alta perché abbiamo sempre dato tutto“.

“I due rigori sbagliati? Quando pensi di aver visto tutto del calcio ecco che ne succedono di nuove e imprevedibili. Andiamo a casa con grande dispiacere dopo aver perso una partita che sicuramente non meritavamo di perdere”.

“Mbakogu è il rigorista, nonostante avesse sbagliato il primo è lui il rigorista e quando è andato con sicurezza sul pallone…è facile parlare col senno di poi”.

Speriamo che non sia tutto così scontato come dicono tutti da tempo, noi abbiamo giocato un calcio di passione e sacrificio da inizio anno e ci auguriamo che accada anche da altre parti”.

“Veniamo puniti oltre modo perché nonostante i due rigori sbagliati, tantissimi tiri e due traverse non siamo riusciti a centrare quel punto che altri hanno raccolto forse in modo molto più semplice. C’è comunque un’ultima partita”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi