carpifc.com

Official Website

Romairone: “Mercato per rinforzare la squadra, il campo sarà il giudice”

CARPI – Le dichiarazioni di Giancarlo Romairone nella conferenza stampa di questo pomeriggio:

“E’ stato un mese intenso, volevamo fare alcune cose fin da subito ma non potevamo determinare noi i tempi di tutte le operazioni. Alla fine abbiamo preso i giocatori che volevamo prendere e spostato i giocatori che per vari motivi volevamo spostare. Ieri è stata una giornata intensa, molti giocatori erano bloccati dalla società di appartenenza come per Jelenic, altri che avevano molte opportunità di mercato come i giovani della Roma. Gli impegni sono però stati mantenuti. Volevamo giocatori in posti mirati ma anche portare freschezza. Il campo ci dirà se la valutazione è stata corretta”.

“L’obiettivo è stato quello di rinforzare la squadra, alleggerirla da tante preoccupazioni. Queste erano le prime necessità. Ora abbiamo almeno due giocatori per ruolo, cosa che prima non avevamo. Sappiamo di potere fare un campionato interessante, ma ora i giovani insieme ai veterani dovranno tradurre tutto questo sul campo”.

“Al di là di tutto a Carpi è determinante il concetto di squadra. Il singolo viene un attimo dopo. Qui c’è un sistema di lavoro con carichi fisici e mentali intensi e non tutti riescono a reggere questa situazione. Quindi invece che subire situazioni spiacevoli è meglio trovare altre soluzioni. Il calcio è bello perchè ognuno lo vede a proprio modo e non c’è un modo unico per fare le cose. Catellani? Lui si è ambientato, ha fatto cose più importanti anche in campo, ma avendo avuto l’opportunità di andare dove può avere più spazio lo abbiamo lasciato partire”.

“L’arrivo di Seck dalla Roma nasce da alcuni rapporti di amicizia consolidati, è una trattativa iniziata mesi fa in maniera scherzosa, poi nelle ultime settimane era diventata una cosa concreta ed interessante. Dopo vari incastri siamo riusciti ad aggiudicarcelo nonostante la possibilità per lui di andare in Serie A o in altre squadre di B, ma il giocatore ha dato una grande apertura nei nostri confronti. Ha un futuro importante di primissimo piano, siamo convinti che ci possa dare una grande mano”.

“Crimi? Non era sul mercato, lui aveva accettato o forse subìto il fatto di essere rimasto a Carpi dopo la retrocessione. Aveva altre aspettative. Negli ultimi due giorni ci è arrivata una comunicazione diretta da lui ed il suo entourage, non voleva rimanere con noi e di conseguenza non abbiamo voluto trattenerlo. Abbiamo trovato un giovane come D’Urso che è campione di Italia con la Roma Primavera e ha già giocato una quindicina di partite in B a Latina, è stato un lampo e ne abbiamo approfittato”.

“Quella di Mbakogu ritengo sia una grande operazione per il Carpi, lui ha dato tanto a questa squadra, sia in Serie B, sia in Serie A. L’anno scorso c’è stato un finale amaro e il nervosismo della situazione ha portato ad un allontanamento. Quando tre mesi fa ci siamo messi a capire quale attaccante potesse rinforzarci, non abbiamo individuato una situazione migliore di riprenderci un patrimonio come Jerry. Per noi è una sicurezza che nel contesto in cui era non veniva valorizzata e abbiamo scelto questa strada invece che puntare su una scommessa tecnica e economica come potevano essere altri giocatori. Ha voglia di ritrovare e regalare soddisfazioni”.

“Sugli esterni abbiamo subito infortuni gravi e mirati, per questo abbiamo inserito giocatori tra i più importanti della categoria come Jelenic, Fedato e Forte, ragazzi ancora giovani che possano diventare un patrimonio per la società e che abbiano grande voglia di affermarsi”.

“Bianco? Per noi è un giocatore importantissimo. Non abbiamo ascoltato le varie voci di mercato più o meno vere o concrete. Toccare un pilastro come lui voleva dire mettere in discussione tante cose. Raffa quando sta bene non ha eguali in questa categoria”.

“Carletti è un giocatore giovane e interessante che testeremo, è una prima punta rapida e esplosiva, dopo le uscite di De Marchi e Jawo abbiamo deciso di portarlo subito qui”.

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi