carpifc.com

Official Website

Romairone: “Tutti hanno visto cos’è il Carpi, andiamo in finale meritatamente”

FROSINONE – Dopo la straordinaria vittoria di Frosinone, per il Carpi ha parlato il ds Giancarlo Romairone. Queste le sue dichiarazioni:

“Mi fa piacere che tutta Italia abbiamo visto che cos’è il Carpi, come questi ragazzi interpretano le partite e come rispondono nelle avversità della gara, alla fatica fisica e mentale. Nell’intervallo la squadra era consapevole che la nostra partita sarebbe iniziata al 70′ e anche con due uomini in meno abbiamo dimostrato di esserci”.

“La finale è un grande premio per questi ragazzi che hanno fatto tanto in questi anni e anche in questo campionato, quando sembrava che tutto fosse perso. Qui c’è una grande cultura del lavoro e quello che si è visto sul campo è sotto gli occhi di tutti, abbiamo perso un attimo la lucidità ma credo che siamo in finale meritatamente”.

 

“Castori ha portato la sua passione e la sua forza e si è adattato a uno staff che lavora da anni insieme con grandi sforzi mentali e fisici. Il connubio della sua esperienza con questo sistema di lavoro ha portato a questi risultati, i giocatori che passano di qua sanno che il lavoro viene prima di tutto”.

“Il Carpi è una squadra forte nei suoi concetti. Faccio comunque i miei complimenti al Frosinone, onore anche a loro che sono una squadra forte, rognosa e di qualità. Avevano un vantaggio importante dato dalla classifica e dal riposo rispetto al nostro preliminare e per questo i complimenti vanno anche al Carpi, che ha reagito come è solito fare. Durante il campionato il Frosinone aveva saputo svoltare prima di noi, che abbiamo dovuto affrontare nel corso dell’anno tante problematiche ma abbiamo giocatori forti che tutti hanno imparato a conoscere”.

“L’arbitraggio? Non lo giudico, non l’abbiamo fatto in Serie A e nemmeno prima. Il mister si è lasciato andare l’altra sera in un momento di nervosismo, noi non vogliamo dare alibi”.

“Gli squalificati e le assenze per la finale? Abbiamo dei soldati dediti alla causa, chi giocherà lo farà al massimo. Dico quello che avevo detto prima di questa sera: per batterci dovranno correre più di noi”.

Leave a Reply

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi