carpifc.com

Official Website

Boccaccini: “Contento dell’esordio, a Padova andiamo con umiltà e le nostre armi”

CARPI – Le dichiarazioni di Matteo Boccaccini nella conferenza stampa di questo pomeriggio:

“Il mio arrivo al Carpi? La chiamata è arrivata all’ultimo giorno di mercato non ho potuto dire di no. Non mi aspettavo dopo quattro allenamenti di giocare titolare col Vicenza, il mister mi ha chiesto in settimana se me la sentissi e non vedevo l’ora”.

“Sono contento di aver dato una mano alla squadra. Mi sono divertito anche grazie ai compagni, coi quali sto assimilando i meccanismi. Dopo l’1-0 abbiamo sfiorato il 2-0 poi abbiamo subito il pareggio in contropiede, anche se con una bella giocata da parte di Marotta. È stata in generale una buona prestazione, sappiamo che c’è qualcosa da migliorare ma non posso che essere soddisfatto”.

“Viviamo partita per partita, senza proclami a lungo termine. Ci sono club fortissimi per budget, prestigio e tifo, ma in campo si va in undici contro undici. Il campionato è ancora lungo ed equilibratissimo. Credo che più dei nomi, in Serie C contino tanto le motivazioni e la carica agonistica”.

“Il match col Padova uno scontro al vertice? Ad oggi la classifica dice questo ma noi siamo molto sereni, giocheremo con umiltà e cercheremo di mettere in pratica le nostre qualità. Loro sono una squadra forte da limitare nel miglior modo possibile”.

“La Serie D di due anni fa? Dopo tre anni all’estero, dove ho vissuto esperienze belle e positive in Slovenia e Bosnia, avevo voglia di tornare in Italia. Quando sono partito c’era la C2 e quando sono tornato la C unica. Nessuno era disposto a darmi fiducia e sono ripartito dal Sasso Marconi, a 20 km da casa, in Serie D. Inizialmente sono andato lì per allenarmi, poi a loro faceva piacere che restassi e così ho fatto tutto il campionato: ci siamo salvati con anticipo al debutto nella categoria. L’anno scorso invece sono tornato nei professionisti con il Ravenna e abbiamo fatto i Play-off uscendo contro la Feralpisalò al secondo turno”.

“In difesa, come negli altri ruoli, c’è una bella concorrenza e tutti ci alleniamo con serietà per essere pronti. Sabotic è da anni che gioca in Serie C a grandi livelli. Varoli è giovane è bravo. Ligi è fortissimo, lo conoscete meglio di me ed è di categoria superiore. Anche negli altri ruoli abbiamo varie alternative importanti”.

Leave a Reply

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi