carpifc.com

Official Website

Calabro: “Cerchiamo continuità, avanti sulle nostre certezze”

CARPI – Le dichiarazioni di mister Antonio Calabro alla vigilia di Salernitana-Carpi:

“Sono molto contento del mercato, faccio i complimenti alla Società ma sarei stato contento a prescindere perché il mio ruolo è allenare i giocatori che ho a disposizione e i ragazzi che ho avuto fin qui mi hanno dato sempre tutto, sono ragazzi eccezionali, ma è normale che avere più frecce al nostro arco avvalora il lavoro della Società e un progetto che va avanti con forza e sinergia”.

“Alla squadra chiedo continuità, al rientro ci siamo posti l’obiettivo di guardare poco gli avversari ma preoccuparci di quello che dobbiamo mettere noi in ogni gara”.

“Garritano e Di Chiara sono subito con noi, mentre resta indisponibile Jelenic, che sta curando il suo infortunio molto fastidioso al piede, questo tipo di microfratture non consente tabelle di rientro precise, ma contiamo di averlo al più presto. Non è convocato nemmeno Belloni, fermato da un risentimento”.

“La Salernitana è diversa da quella vista al Cabassi in Coppa Italia e campionato, adesso hanno un dna diverso, attendono e non bisogno dargli campo aperto, non bisogna palleggiare tenendo intensità e ritmo. Dopo le due partire al Cabassi, quest’anno è la prima volta che li incontriamo a Salerno, è un campo caldo ma ripeto che ci interessa relativamente quello che faranno gli avversari ma dobbiamo concentrarci su di noi”.

“Gli arrivi di Di Chiara e Garritano sono funzionali per qualsiasi tipo di sistema di gioco vogliamo adottare: Di Chiara può giocare terzino sinistro nel 4-4-2 o esterno nel 3-5-2, Garritano esterno alto nel 4-4-2 o mezz’ala nel 3-5-2. Sono giocatori funzionali al progetto tecnico. Sono soluzioni che dipenderanno anche dalle singole partite, ma non pensiamo a niente di nuovo, dobbiamo fare bene quelle cose che ci siamo promessi di fare, andiamo avanti sulle basi che abbiamo dando certezze. Dobbiamo semplificarci le cose e non complicarle, il modulo cambia poco rispetto alle cose più importanti che restano l’atteggiamento, la concentrazione, la cattiveria agonistica e l’organizzazione”.

“Paura di perdere giocatori importanti? No, chi è qui è perché è contento di restare, chi è andato via è perché è stato valutato fosse giusto mandarli a giocare di più”.

“La Salernitana è una squadra organizzata in fase difensiva con ripartenze fulminanti, hanno gamba davanti e non bisogna perdere palla in certe situazioni. Dobbiamo fare il Carpi, andare in avanti, rimanere concentrati, difenderci bene e sapere che la nostra forza ce l’abbiamo dentro di noi senza pensare agli avversari”.

“Se il mercato cambia gli obiettivi di squadra? Non è un pensiero che mi passa per la testa, ora penso solo alla Salernitana”.

Leave a Reply

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi