Tommaso Biasci: “E’ giunto il momento di capitalizzare meglio la mole di gioco prodotta. Mercato? Io penso a ripagare la fiducia che il Carpi ha riposto in me”

Tommaso Biasci, attaccante biancorosso protagonista a Pesaro con una doppietta, è intervenuto oggi nella conferenza stampa di metà settimana, toccando vari temi fra cui la presentazione della prossima sfida contro la Triestina.

LA SCONFITTA DI PESARO 

“Mai avrei pensato di perdere una partita simile dopo esser tornato negli spogliatoi fra primo e secondo tempo. Di arbitri non parlo, mentre invece penso come squadra dovremmo concentrarci sulla correzione di quegli errori che ci sono costati punti preziosi. Penso, nonostante questo, che nelle ultime quattro partite abbiamo raccolto molto meno di quello che meritavamo: esprimiamo un calcio propositivo e, forse gara col Sudtirol a parte, abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti”.

IL BUON MOMENTO DI FORMA PERSONALE 

“Ovviamente sono felice per la doppietta personale anche se la gioia è dimezzata dal mancato arrivo del risultato. Come per la passata stagione mi ci è voluto un pò di tempo per adattarmi alle esigenze tecniche del mister. Quest’anno gioco molto più vicino alla prima punta, ruolo che in certi casi mi ritrovo anche a ricoprire in prima persona”.

UN PENSIERO PER MISTER RIOLFO 

“Sono molto contento per il mister che, specialmente dopo la buona stagione scorsa, non meritava di rimanere senza panchina. Ritroverà Simonetti in una piazza importante che ora non sta facendo bene. Sono certo sia la figura giusta e gli ho già mandato un messaggio per fargli l’in bocca al lupo per questa nuova avventura”.

IL PROSSIMO IMPEGNO CON LA TRIESTINA 

“E’ una squadra composta da giocatori esperti che conoscono alla perfezione la categoria e le sue “spigolature”. Specialmente in casa dobbiamo dare un segnale forte e provare a capitalizzare meglio la grande mole di gioco che sappiamo costruire. Capitolo portiere: Rossi e Pozzi sono due ragazzi giovani che tuttavia si sono sempre allenati benissimo, sono certo che chiunque sarà chiamato a difendere i nostri pali lo farà al meglio”.

L’INCROCIO CON ALESSANDRO LIGI 

“Alessandro era un leader del gruppo della passata stagione. Un giocatore capace e carismatico che aveva sempre una parola per tutti, un consiglio. Sarà bello ritrovarlo sul campo ed affrontarlo in uno scontro diretto”.

IL MERCATO 

“Non è retorica ma non ci penso. Io, anche nella scorsa estate, ho sempre solo pensato ad allenarmi e che la proposta concreta non sia arrivata non mi preoccupa più di tanto. Io devo molto al Carpi, per la fiducia concessami in questi due anni, e spero di ripagarla a suon di gol pesanti. Il resto lo vedremo più avanti”.